AziendaInvestitoriStampaSostenibilitàLavora con Noi
Wind print logo

Conciliazione Paritetica

Wind e le Associazioni dei Consumatori condividono il Regolamento di conciliazione paritetica

Sulla base del Regolamento per la risoluzione delle controversie emanato dall'AGCom, Wind ha sottoscritto con le principali Associazioni dei Consumatori appartenenti al CNCU un protocollo per l'adozione della procedura di conciliazione paritetica.
Alla sottoscrizione di tale Protocollo di Conciliazione, avvenuta il 13 novembre 2006, è stato condiviso tra Wind e le Associazioni dei Consumatori un apposito Regolamento di conciliazione paritetica.


La conciliazione paritetica viene presidiata da una apposita commissione di conciliazione che è composta da un conciliatore dell'Associazione dei Consumatori (in rappresentanza dell'utente) e da un conciliatore dell'operatore. Dalla rappresentanza alla pari delle due parti discende il nome dello strumento: "conciliazione paritetica".

I principali punti di forza della procedura di conciliazione paritetica sono:

    • bassi costi di gestione (per l'assenza del terzo soggetto super partes tipico delle altre procedure di conciliazione);
    • elevato livello di competenza dei due conciliatori che compongono la commissione di conciliazione, che consente di velocizzare e ottimizzare la gestione di un elevato numero di pratiche.


L'efficacia dello strumento è testimoniata dall'elevato tasso di risoluzione delle controversie (95% di accordi raggiunti in tutto il settore delle telecomunicazioni nel 2010, fonte “II Rapporto Consumers' Forum sulle conciliazioni paritetiche” ).


Di seguito la principale documentazione inerente la procedura di conciliazione paritetica.